sabato, dicembre 15, 2012

Irene Marcoux: Sincro Master, che passione!

Oggi abbiamo intervistato Irene Marcoux: nel suo blog SynchroSwimChic si definisce: Istruttrice, Nuotatrice Masters, Giudice, Consulente, formatrice di istruttori e giudici, Masters Leader per Synchro Canada, volontaria etc...
Il suo ruolo, racconta, è di promuovere il nuoto sincronizzato Master per uomini e donne, gay e etero, principianti e campioni. Il suo focus varia da una semplice cosa, a tutto e in tutto il mondo. Pensa in grande, ma preferisce partire in piccolo. 
Come sempre, sotto c'è l'originale in inglese.

1. Ciao Irene, come hai conosciuto i SyncDifferent?
Ho incontrato i SyncDifferent agli Eurogames di Barcellona nel. Si vedeva che erano del tutto nuovi al nuoto sincronizzato ma se la sono cavata benissimo, anche grazie al loro entusiasmo diretto e all’energia. Hanno fatto amicizia con tutti i team della gara ed erano amochevoli. Ed è per questo che sono rimasta in contatto con loro sin da quel momento!

2. Perché ritieni che gli gli uomini possano essere dei grandi performer nel Nuoto Sincronizzato?
Assolutamente: ho incontrato grandi uomini nel nuoto sincronizzato. Forse possono avere dei piccolo svantaggi rispetto alle donne (ad esempio per il galleggiamento) ma gli uomini hanno hanno una grande forza e potenza con la quale pochissime donne possono compoetere. Di contro, gli uomini devono ancora acquisire le giuste tecniche per sfruttare e valorizzare i loro vanttaggi, che al momento sono solo potenziali.

3. I SyncDifferent dicono che il Nuoto Sincronizzato è uno sport per tutti (almeno a livello Master). Sei d’accordo? (continua a leggere...)

giovedì, dicembre 06, 2012

Allenamenti di prova per i principianti fino a fine anno

La nuova stagione di allenamenti di nuoto sincronizzato maschile è iniziata. Se vuoi unirti ai SyncDifferent, questo è il momento migliore! Fino alla fine del 2012 gli allenamenti saranno dedicati ai principianti ai quali offriamo due allenamenti di prova.

Per un uomo non è scontato immaginarsi a praticare il nuoto sincronizzato. A questo link ti aiutiamo a sfatare i miti erronei sul nuoto sincronizzato maschile. Inoltre, offriamo due allenamenti di prova, per dare a ciascuno la libertà di capire in prima persona che questo sport è lo sport giusto anche per i maschi.
Il nostro motto è "nuoto sincronizzato maschile. Per tutti".  Per questo accogliamo volentieri in squadra uomini e donne di ogni età,  nazionalità, orientamento sessuale, colore, razza e cultura.
Vi aspettiamo alle sessioni di prova il Lunedì, a partire dal 22 Ottobre, agli orari che vedete qui sotto.
Molti pensano che vogliamo fare nuoto sincronizzato nonostante il fatto che siamo maschi. La verità è che noi facciamo nuoto sincronizzato proprio perché siamo maschi. 

LUNEDI
QANTA VILLAGE (M3 Affori Nord)
19.30 - 20.00 ti aspettiamo al Bar del Quanta
20.00 – 21.30 siamo in vasca
Per informazioni scrivi a syncdifferent.gruppopesce@fastwebnet.it

A questo link scopri come raggiungere il Quanta village dalla Metropolitana. Il Quanta è grande.
Qui sotto ti indichiamo di preciso dove puoi trovarci al BAR (prima delle 20:00) o in Piscina. 



Sette luoghi comuni sul sincro maschile da sfatare

Con questo post vogliamo sfatare alcuni luoghi comuni più diffusi sul nuoto sincronizzato maschile e sulla reale possibilità di poterlo praticare per degli uomini. Se stai pensando di unirti alla squadra, ma hai paura di fare una scelta inopportuna, questo è il post che fa per te.

Partiamo da un presupposto: il nostro riferimento non sono le squadre perfette e perfettamente omologate che si vedono alle olimpiadi. Non cerchiamo atleti tutti identici tra di loro. Cerchiamo la chiave dell’espressività nella varietà.
Per noi l’alternativa al sincro agonistico femminile ufficiale, non è una squadra di soli maschi. Ma è una squadra in cui maschi e femmine insieme raggiungono vette espressive inimmaginabili, come nel pattinaggio artistico. E allo stesso modo l’espressività si può trovare quando in acqua ci sono persone di ogni altezza, di ogni età, di ogni fisicità o colore. Le differenze per noi sono uno stimolo, non un problema.

7 LUOGHI COMUNI SUL SINCRO DA SFATARE 

1) Per fare nuoto sincronizzato occorre essere ottimi nuotatori
FALSO: basta sentirsi a proprio agio nell'acqua. Nuoto e nuoto sincronizzato richiedono movimenti del tutto differenti, a volte totalmente opposti. 
2) Basta avere un filo di pancia per impedire buone performance e rovinare l'estetica
FALSO: in acqua la forza di gravità è neutralizzata e anche i pesi massimi, se hanno agilità ed energia, hanno uno stile accattivante e raggiungono ottime performance 
3) Solo da giovani si può praticare il sincro, poi è troppo tardi
FALSO: SyncDifferent è una squadra amatoriale, aperta a persone maggiorenni di tutte le età. Solo nell'agonismo è necessario essere giovanissimi.
4) Il nuoto sincronizzato è uno sport solo per bianchi, il colore della pelle deve essere uniforme per necessità estetiche e coregrafiche
FALSO: Nella nostra squadra superiamo il limite dell'uniformità, e sperimentiamo e valorizziamo infinite "sfumature" coreografiche ed estetiche 
5) Se si è fuori forma non si può cominciare a fare questo sport
FALSO: Avere una discreta forma fisica sarà importante al momento delle gare, a fine anno. 9 mesi sono sufficienti per ottenerla con gradualità e in modo "sostenibile".
6) Alcuni movimenti (come stare a testa in giù) non sono alla portata di tutti
FALSO: A meno di specifiche patologie, ogni movimento del sincro può essere appreso, con gradualità, da tutti.
7) Il nuoto sincronizzato maschile non esiste, è uno sport solo per donne
FALSO: Il regolamento italiano prevede ufficialmente la partecipazione degli uomini sia a livello agonistico sia amatoriale. Solo a livello internazionale la questione del genere è ancora da superare.
8) Il nuoto sincronizzato maschile in realtà è uno sport gay
FALSO: Senza dubbio SyncDifferent e Gruppo Pesce sono orgogliosamente impegnati per favorire la visibilità di gay e lesbiche nello sport. Sono aspetti sociali e culturali importanti che ruotano intorno alla pratica sportiva. L'orientamento sessuale ovviamente non ha nessun valore al momento della performance e degli allenamenti. Lì, conta solo la passione.

La dimensione psicologica del nuoto sincronizzato maschile

Pubblichiamo volentieri questo post realizzato dal blog di psicologia sportiva  curato da Davide Milone. Siamo sempre stati curiosi di poter approfondire gli aspetti psicologici di uno sport come il nuoto sincronizzato, ancor più dal punto di vista di outsiders (punto di vista raro, e forse privilegiato, per degli uomini). Davide Milone è stato ben felice di aiutarci con questo suo contributo, che pubblichiamo molto volentieri, ringraziandolo e augurandogli i migliori successi per la sua attività di Sport Mental Coaching.


LA DIMENSIONE PSICOLOGICA NEL NUOTO SINCRONIZZATO MASCHILE

Il Nuoto Sincronizzato è uno sport spettacolare. Tecnicamente è una disciplina closed-skills in quanto un atleta deve compiere precisi movimenti e coreografie che gli permettono di disegnare in acqua immagini suggestive ed affascinanti. Di fronte non c’è un avversario, ma dei giudici e soprattutto se stessi. È pertanto uno sport in cui il minimo errore può determinare un punteggio diverso dalle aspettative, in cui la difficoltà maggiore consiste nel mantenere la calma e la giusta concentrazione, ripetendo all’infinito ed all’unisono movimenti precisi ed accurati. Attenzione, concentrazione, gestione delle emozioni, sono solo alcune delle abilità mentali utili ad influenzare positivamente la prestazione. Un atleta agonista deve gestire in maniera adeguata queste risorse, imparando a controllarle e a sfruttarle nei diversi momenti della gara e del pre-gara. 

domenica, dicembre 02, 2012

I SyncDifferent sul Corriere Milano

Anche il Corriere parla di noi. L'ha fatto tra le pagine del Corriere Milano, dedicandoci una intera pagina della sezione Cultura e Tempo Libero, nella rubrica "Sport alla Milanese". La firma di Nicola Vaglia ha prestato attenzione a tutta la squadra e ai nostri allenamenti. Ci ha seguiti due volte alla Quanta Village, e una volta anche a Cologno. Ha raccontato i nostri atleti, le voci di ciascuno di noi. L'articolo è interessante, e approfondisce anche la vera storia del nuoto sincronizzato in maniera seria. C'è anche un occhiello dedicato al sincro nel cinema che permette di raccontare di questo sport a 360 gradi!
E allora, buona lettura!

Synchro go viral 2 - il passaparola continua

I media continuano a parlare di Nuoto Sincronizzato. Il fatto quotidiano online parla di noi nella sezione diritti. Chiara Merico ci dedica uno sguardo che privilegia il punto di vista delle pari opportunità (degli uomini nel sincro, in questo caso) e dei diritti civili. Inoltre, ci siamo raccontati anche sulle onde di Radio Popolare durante la trasmissione "L'altro martedì" in cui abbiamo parlato anche del Gruppo Pesce (ascoltaci qui, dal minuto 42 della puntata del 20 Novembre). Siamo stati intervistati anche da "Romeo In Love" podcast universitario ascoltatissimo e pluripremiato (guardaci qui, dal minuto 17, con Gian Mario e Fulvio). Infine Hello Milano ci ha dedicato una inserzione, nella pagina finale, dedicata a tutti gli stranieri che vivono a Milano e cercano uno sport diverso dal solito.
Sotto l'articolo sul fatto quotidiano...

domenica, novembre 25, 2012

Il Sincronizzato Maschile... di gran classe!

Radio MonteCarlo parla dei SyncDifferent! Mercoledì 14 Novembre è andata in onda la puntata di "Teo in Tempo Reale" con Max Venegoni, Monica Sala e il mitico Teo Teocoli. Monica ci ha tenuto il fianco mentre Teo cercava sempre di buttarla (simpaticamente e sempre con apertura mentale) sul fatto che il sincro si presume che sia solo femminile. Insisti e insisti, forse abbiamo convinto anche Teo a fare un po' di allenamenti con noi? Ad ogni modo, ascoltate questi 7 minuti, sono molto frizzanti!

video

lunedì, ottobre 29, 2012

Il sincro maschile sempre più virale

In questo periodo di inizio stagione, sono molte le realtà sportive ed editoriali in generale che sono orgogliose di parlare del nuoto sincronizzato maschile. In questi giorni è apparso un bellissimo articolo su Metro Milano che ha portato tanti accessi al nostro blog. Ma siamo apparsi anche su vari blog, in modo anche virale, come FriendlyTown, LGBTItalia, Pianetagay e Queerblog. Siamo molto contenti di suscitare questo interesse e ringraziamo tutti i giornalisti che hanno lavorato per diffondere il nostro messaggio: Andrea Sparaciari di Metro Milano, Daniela Gambino di Queerblog, Ale di LGBT Italia, Alessandro Rizzo di PianetaGay.com e Pietro Galeoto di FriendlyTown. Ma non solo, anche Facebook si è mosso per noi. Hanno sostenuto e pubblicizzato la nostra squadra anche UISP Milano (la federazione sportiva Unione Italiana Sport per Tutti) e il Quanta Village, la struttura sportiva in cui ci alleniamo. Grazie mille a tutti!

Liberty Sport parla dei Sync Different

Un altro blog sportivo parla di noi.
Ci definiscono quelli che fanno il sincro... con gli attributi. Un modo colorito, ma simpatico, di mettere in risalto l'aspetto che più colpisce della nostra squadra. Comunque, ricordiamo a tutti che in squadra abbiamo anche le donne:  facciamo sì nuoto sincronizzato con l'obiettivo di dare visibilità e credibilità allo stile al maschile, ma crediamo che questo obiettivo è raggiungibile più facilmente e con più efficacia facendo questo percorso insieme alle donne.

Ringraziamo Liberty Sport, che ha voluto parlare di noi anche se il blog è focalizzato soprattutto sul ciclismo e sugli Sport Olimpici in generale. Liberty Sport tratta la Presentazione di Eventi e Calendari Sportivi e fornisce  indicazioni sui partecipanti, i favoriti, le quote e su come seguire questi eventi in "Sport In Tv". Inoltre, dà informazioni sui Siti Ufficiali delle Manifestazioni e dove è possibile eventualmente acquistare i ticket. Vi invitiamo a visitare il loro sito per ogni curiosità.

Nuoto Sincronizzato Maschile... in metropolitana

Aggiornamento: Venerdì 9 Novembre anche MetroNews ci ha dedicato un grande e bellissimo articolo, con tanto di richiamo dalla prima pagina! Fighissimo! Grazie a questo articolo ci hanno contattato diverse persone e hanno fatto la loro prima lezione di prova già Lunedì 12 Novembre! Grazie ad Andrea Sparaciari per il suo stile corretto e così convincente!




Mercoledì scorso, 31 Ottobre, su Leggo Milano, giornale gratuito distribuito sulle metropolitane milanesi, è uscito un grande articolo sui SyncDifferent. Al di là di qualche piccola indelicatezza presente nell'articolo, è stato un articolo molto letto e che ha generato tante visite nel nostro blog. Quindi lo riportiamo volentieri, ringraziando il giornalista Marco Zorzo. Buona lettura!

domenica, ottobre 28, 2012

L'ultima gara degli Tsunami (San Francisco) ai Master nazionali USA 2012

Da Facebook, abbiamo visto questa performance degli Tsunami, squadra Masater di San Francisco, che hanno partecipato alle competizioni Master nazionali. Questo il libero con il quale il duetto Ron Frost e Robert Michael Barrett si è guadagnato il terzo posto.
Tsunami Masters duet free routine (3rd place !!!)


martedì, ottobre 23, 2012

I SyncDifferent su www.storiedisport.it

Ieri sono cominciati gli allenamenti di nuoto sincronizzato, e ci è arrivato un bel regalo. Un bellissimo articolo sulla nostra squadra pubblicato sul blog sportivo Storie Di Sport. Lo stile è colorito e allo stesso tempo inquadra correttamente la nostra ideda di sincro maschile. Buona lettura e grazie a Melania Sebastiani per il suo lavoro.

sabato, settembre 29, 2012

I SyncDifferent su Libero Milano

Le lezioni di nuoto sincronizzato stanno per ripartire a Milano. E questo fa notizia! E' appena uscito questo bell'articolo su Libero Milano, e speriamo sia di buono auspicio per la prossima stagione! Un grazie ad Alvise Losi che ha scelto di parlare di noi.


giovedì, settembre 20, 2012

Intervista a Paris Aquatique - Christian Bordeleau


Abbiamo intervistato Christian Bordeleau, attore teatrale e, scrittore, è membro di Paris Aquatique dal 1996 e nel 1999 è stato co-fondatore della sezione di nuoto sincronizzato. Oggi questo team è il migliore team europeo di nuoto sincronizzato maschile. Al termine dell'intervista, la performance a Budapest 2012 - medaglia d'oro.


Paris Aquatique ha una lunga storia nella pratica del nuoto sincronizzato. Quando è nato tutto? E come?
Tutto è partito con i Gay Games di Amsterdam nel 1998. Allora decidemmo di fare un balletto acquatico per il nostro Pink Flamengo. Fu così tanto bene accolto che la stagione successiva decidemmo di praticare il sincronizzato una volta alla settimana per prepararci per il torneo IGLA del 1999 ad Atlanta. Durante questo periodo il nostro coach era Frank, un ex sincro swimmer. Abbiamo creato ufficialmente la sezione di Nuoto Sincronizzato nel Settembre 1999 e coinvolgemmo Gigi quell’anno.

martedì, settembre 18, 2012

I SyncDifferent si raccontano su "Nuovo"

Questa settimana i SyncDifferent sono stati ospiti della rivista settimanale "Nuovo", che ci ha dedicato la pagina 108 e 109 con delle bellissime foto. Qualcuno ci ha fatto notare che il nostro servizio è inserito tra due ricette, ma d'altronde non si tratta di una rivista sportiva! E ad ogni modo, l'articolo è molto ben fatto e racconta la nostra squadra, le nostre conquiste... il nostro mondo, insomma. Buona lettura!

Nell'acqua... fuori dai luoghi comuni

Condividiamo alcune immagini che spiegano bene come ci si può sentire ad essere dei maschi che fanno nuoto sincronizzato, quando ancora sono in così pochi a farlo... E chissà quante altre immagini potrebbero esserci!


sabato, agosto 25, 2012

Vivere l'acqua fuori senza stereotipi

Oggi condividiamo tre video che dimostrano quanto profondamente le persone sono stimolate a vivere il rapporto con l'acqua in maniera innovativa e sempre diversa. Può essere uno scherzo (solo all'apparenza superficiale), una passione di fine vita, o una espressione creativa. Ma sempre sembra esserci di mezzo il divertimento, il piacere di giocare con l'acqua per muoversi liberamente attraverso i confini  che essa segna tra il nostro mondo e un mondo subacqueo: nascosto, silenzioso, capace di stravolgere ogni percezione "terrestre"...

NUOTO SINCRONIZZATO PER TUTTE LE ETA' - ANCHE 90 ANNI



NUOTO SINCRONIZZATO... PER LE DITA



MOVIMENTI E CONTATTI SUBACQUEI A TESTA IN GIU'


venerdì, luglio 27, 2012

Tonia Praticò: la coordinatrice dei SyncDifferent ci racconta la squadra


Antonella, 34 anni, lavora come tecnico nel settore cosmetico, da 5 anni nuota con i Syncdifferent ed  da quest'anno è la coordinatrice della squadra. Prendendo spunto direttamente dalla sua esperienza, ci dice cosa ha di speciale il nuoto sincronizzato maschile e in che modo le donne stesse possono dare un contributo fondamentale per l'affermazione di questa disciplina. 

Antonella: una donna in una squadra di nuoto sincronizzato maschile... Ma che ruolo possono avere le donne in una squadra maschile?
Ho voluto entrare in questa squadra proprio perchè maschile! L'idea di provare a fare sincro, da adulta, in un ambiente diverso da quello tipico degli sport femminili aveva per me un motivo di  fascino in più.
Il primo anno maschi e femminile hanno fatto parte di 2 "squadre" diverse, ognuna con la sua allenatrice, ma semplicemente per una questione di livello (i maschi erano più avanti tecnicamente, noi donne invece partivamo da zero). L'anno successivo invece la squadra è diventata unica, per provare a fondere le due anime!  E a quel punto siamo diventati tutti compagni squadra.  Questo però tenendo sempre presente la mission che la squadra originaria aveva e ha anche oggi: il nuoto sincronizzato maschile.
Non credo perciò ci sia un ruolo preciso delle donne in una squadra maschile.. Se non quello di essere uno stimolo e un supporto in più.


mercoledì, luglio 25, 2012

Giorgio Minisini - video e foto di un sincro-man agonista


In questo blog abbiamo spesso parlato di Giorgio Minisini, atleta di nuoto sincronizzato, attualmente nella squadra dell'Olgiata, che pratica nuoto sincronizzato a livello agonistico e sta seguendo un percorso di crescita e sviluppo sportivo, come ci ha spiegato Susanna de Angelis.
Siamo ben felici di poter pubblicare queste foto, che esprimono benissimo la bellezza di un nuoto sincronizzato aperto alle possibilità atletiche di un corpo maschile.

Perciò godiamoci questi due video di giorgio, e qualche sua foto delle migliori performance fino ad oggi. Con i migliori auguri per un futuro pieno di conquiste, successi e pieno di nuoto sincronizzato maschile!


sabato, luglio 21, 2012

Intervista a Susanna de Angelis


Siamo orgogliosi di pubblicare una intervista a Susanna de Angelis,  allenatrice della SNC Civitavecchia e docente nazionale Settore Istruzione Tecnica per il nuoto sincronizzato. Nella sua carriera ha avuto una grande esperienza con il nuoto sincronizzato maschile. Perciò condividiamo volentieri le sue idee. 

Ciao Susanna: attualmente alleni l’unico maschio che in Italia fa nuoto sincronizzato a livello agonistico: Giorgio Minisini. Ci puoi dire che tipo di esperienza è per te come allenatrice, e che successi avete ottenuto fino ad oggi?

(Susanna De Angelis al centro, con Giorgio e Diana Minisini)

In verità da questa stagione agonistica io sto solo collaborando con la sua nuova coach, Rossella Pibiri, dell'Olgiata. Era arrivato il momento per Giorgio di fare quel salto di qualità e di quantità nel lavoro che solo una grande società poteva permettergli. La nostra scelta è stata soprattutto dovuta alla grandissima preparazione tecnica di Rossella, un tecnico che dedica davvero tanto tempo alle tecniche di base con lavori mirati sullo sviluppo della forza, resistenza e velocità che Giorgio fino a quel momento, avendo nella sua ex società poco più di un'ora di lezione al giorno, non aveva mai potuto fare. E i risultati sono stati davvero impressionanti. Un miglioramento di ben 8 punti negli esercizi obbligatori, uno sviluppo fisico notevole muscolarmente parlando, un uso del proprio corpo sempre più attivo e consapevole. Giorgio sta diventando, anche se la strada è davvero lunga ancora e siamo solo all'inizio, un atleta completo.
 Quest'anno con la squadra hanno ottenuto l'ingresso in finale sia agli Assoluti Invernali che in quelli Estivi, con un nono posto che fa sperare in grandi progressi per il futuro. Al primo anno nella categoria Juniores, Giorgio ha subito ottenuto la classificazione al Campionato Estivo, in programma al Centro Federale di Pietralata dal 2 al 5 agosto, (riservato solo ai primi 24 esercizi) sia nel singolo che nel doppio con Chiara Salmi.